Lun. Feb 17th, 2020
Zuppa di cavolfiore bianco

Zuppa di cavolfiore bianco

Zuppa di cavolfiore bianco

Ingredienti per 2 persone

  • 600 gr di cavolfiore bianco
  • 1 costa di sedano
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cucchiaio di maggiorana essiccata
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • 2 bicchieri di acqua
  • 20 gr di crostini di pane integrale
  • formaggio parmigiano q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Procedimento

Pulire il cavolfiore dalle foglie verdi, staccare poi le cimette dal torsolo e dividerle in modo che abbiano all’incirca pari dimensioni, questo per permettere una omogeneità di cottura.

In una pentola, versare l’olio extravergine di oliva, il sedano tagliato a pezzettini e i due spicchi d’aglio schiacciati facendo soffriggere per poco tempo fino a doratura dell’aglio. A questo punto aggiungere le cimette precedentemente lavate, mescolando a fuoco vivo per circa un minuto, aggiungere poi un bicchiere di acqua, un cucchiaio di maggiorana essiccata e un pizzico di sale e pepe  (senza eccedere per entrambi). Coprire con il coperchio la pentola e lasciare cuocere per circa 20 minuti a fiamma bassa girando di tanto in tanto. Terminata la cottura, togliere gli spicchi di aglio e con una forchetta frantumare il cavolo, aggiungere due bicchieri di acqua, un cucchiaio di curcuma, coprire poi nuovamente con il coperchio portando a termine la cottura. Servire la zuppa ben calda, accompagnata da crostini di pane tostato integrale, un filo d’olio extravergine e parmigiano grattugiato.

Il consiglio del Biologo nutrizionista

La zuppa di cavolfiore è un piatto semplice e salutare che richiama la tradizione contadina, ma in questo caso è rivisto in chiave moderna. Il cavolfiore è un ortaggio particolarmente ricco di proprietà benefiche per la salute, ricco in minerali (ferro, fosforo, calcio, potassio, magnesio), ricco di vitamina C, di acido folico, composti fenolici antiossidanti (tiocianati) e di fibre. Ricerche recenti effettuate sui cavolfiori hanno dimostrato che durante la masticazione l’enzima mirosinasi, presente all’interno delle cellule di questo ortaggio, viene liberato e scinde i glucosinolati in tiocianati, tali molecole hanno una conosciuta attività di prevenzione contro i tumori.

La curcuma

Anche le numerose ricerche eseguite sulla Curcuma longa hanno evidenziato l’azione preventiva nei confronti di diversi tumori, grazie alla presenza di una molecola chiamata curcumina: il principale principio attivo presente in questa spezia dalle notevoli proprietà antinfiammatorie. La curcumina inibisce infatti la crescita tumorale anche grazie alla sua capacità di ridurre le citochine (molecole proinfiammatorie), senza effetti collaterali.

Con l’arrivo del freddo è consigliabile aumentare il consumo di zuppe di verdura calde, specialmente nel pasto serale assumendo un piatto leggero, equilibrato, dall’alto potere antiossidante, ideale da consumare dopo una faticosa giornata lavorativa.

VALORI NUTRITIVI DELLA RICETTA INDICATA: 1 porzione contiene Calorie 217 Kcal Proteine 19,1 gr Carboidrati 15,1 gr Grassi 9,4 gr Fibra 7,9 gr   CALORIE DEI SINGOLI ALIMENTI DELLA RICETTTA: (su 100 gr di prodotto)   Cavolfiore 24,7 Kcal proteine 3,2 gr carboidrati 2,7 gr lipidi 0,2 gr fibra 2,4 gr    

Dott. Emanuele Rondina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avalon Pizzeria Ancona

Avalon Pizzeria Ancona